Modello Basic  |  Evolution

Il punto di partenza per un’analisi veloce e accurata

Lo strumento ideale per i professionisti della cosmetica

Tutto con un solo tasto

Lo strumento si controlla con un solo tasto, mentre voi osservate lo schermo e fate click, diversi automi lavorano per voi consentendo di catturare immagini affascinanti. Comoda sonda con ottiche intercambiabili, leggerezza e semplicità di utilizzo collocano MICROCAMERA® al vertice della sua categoria.

Le potenzialità comunicative del check-up

La funzione Fermo Immagine consente di congelare un’immagine a video e di spiegare all’utente gli eventuali trattamenti/prodotti necessari alla risoluzione del problema evidenziato.
La funzione Griglia permette di misurare inestetismi quali macchie e nevi, in funzione del fattore di ingrandimento selezionato.
La funzione Memoria Immagini consente il salvataggio delle immagini sull’SD card.

funzioni-basic

Il potere delle immagini

MICROCAMERA® lo strumento più avanzato per il check-up della pelle e dei capelli che consente di ingrandire e visualizzare dettagli microscopici con grande nitidezza, evidenziando eventuali anomalie ed imperfezioni. Un’immagine catturata in tempo reale è oggettiva, di conseguenza il soggetto prende coscienza delle proprie condizioni, chiede chiarimenti e soluzioni.

MICROCAMERA® lavora per te anche quando non ci sei

Comunica ai tuoi clienti la tua professionalità e promuovi i tuoi servizi. Carica sulla SD Card il tuo slide show personalizzato e MICROCAMERA® quando non è utilizzata per 5 minuti comunicherà ai tuoi clienti quello che sei capace di fare.

Da Basic a Evolution con un semplice aggiornamento

MICROCAMERA® Evolution consente non solo la visione ingrandita di alcuni dettagli, ma può supportare sette ulteriori speciali ottiche/sensori, capaci di misurare con precisione i principali parametri quali: idratazione ed elasticità della pelle, quantità e morfologia del sebo, profondità delle rughe, identificazione del fototipo, densità capillare e calibro del capello.

Proteggi il tuo investimento e portalo sempre con te

Comoda borsa con tracolla per trasportare MICROCAMERA® in modo sicuro grazie alle pareti rinforzate ed imbottite. La chiusura zip posta nella parte superiore, permette una facile e veloce estrazione dello strumento.

Basic

MACRO

Utilizzata a breve distanza per ingrandire aree macroscopiche di pelle e cuoio capelluto. Utilizzata in tricologia consente di avere una visione d’insieme del cuoio capelluto. Permette di valutare il grado di diradamento, l’estensione di lesioni macroscopiche, l’esito del trapianto, documentando e monitorando l’andamento nel tempo.
Utilizzata sulla pelle del volto permette di valutare macro inestetismi come: rughe, couperose o discromie. Utilizzata sulla pelle del corpo consente di ingrandire aree colpite da smagliature, pannicolopatia edemato fibrosa (cellulite) o fragilità capillare.

Ottica 20X

Progettata per ingrandire la cute evidenziando le sue caratteristiche microscopiche con un discreto grado di ingrandimento. Viene utilizzata per osservare le caratteristiche della tramatura della pelle: reticolo stellato (pelle giovane), striature longitudinali (pelle senescente). Inoltre permette di evidenziare: imperfezioni e comedoni che conferiscono discontinuità alla pelle; aree lucide, sintomo di un’ipersecrezione sebacea; zone di cute secca, che donano alla pelle un aspetto pallido e raggrinzito o addirittura evidenti scaglie di desquamazione.
Viene impiegata inoltre per valutare le discromie cutanee (macchie della pelle) e la buona riuscita di eventuali trattamenti sbiancanti.
Grazie all’estesa profondità di campo e all’illuminazione integrata, si possono osservare anomalie nella rete dei capillari, evidenziando i primi sintomi di fragilità capillare (couperose).

Ottica 20X WD

Questa speciale ottica a luce di Wood permette di vedere dettagli della pelle normalmente invisibili.
La luce di Wood integrata nell’ottica ed il suo potere di ingrandimento, consentono di vedere con grande nitidezza le discromie (macchie cutanee) e determinare se la discromia è epidermica (superficiale) o dermica (profonda). Il dispositivo possiede anche una valenza diagnostica poiché alcune micosi cutanee e superficiali (funghi della pelle) emettono una fluorescenza giallo-verde se sottoposte a Iuce di Wood. L’ottica rivela inoltre la presenza di vitiligine con una fluorescenza bianca sulla cute. Infine, anche le lendini vive (uova di pidocchi) sono sensibili a questa lunghezza d’onda, emettendo una fluorescenza gialla.

Ottica 50X

È un’ottica a luce bianca con potere di ingrandimento medio ed è utilizzata a contatto per analizzare piccole zone della cute e del cuoio capelluto. Con essa è possibile identificare le diverse tipologie di cute: secca, con relativo aspetto raggrinzito e scaglie di desquamazione; mista, in cui zone secche e disidratate si interfacciano con aree lucide ed impure ed infine grassa, in cui pori dilatati e aspetto untuoso sono generalizzati. Quest’ottica consente inoltre di verificare e magnificare la presenza di inestetismi come: i capillari dilatati al di sotto della cute sensibile, pori dilatati con all’interno eccesso di sebo, comedoni con relativo processo infiammatorio a carico e zone arrossate e infiammate su tutto il corpo. Viene utilizzata in tricologia per valutare alcune aree del cuoio capelluto e per stimare la presenza di sebo, forfora o capelli miniaturizzati (sintomo di alterazioni di diversa gravità a livello del ciclo del capello).

Ottica 50X – Fluorescenza

Progettata per valutare dal vivo le condizioni del sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, sia sulla cute che sul cuoio capelluto.
Viene utilizzata per valutare le condizioni del sebo prodotto dalle ghiandole sebacee. Il sebo contenuto nei pori dilatati diviene fluorescente ed appare con una diversa intensità di colore a seconda che sia ossidato (sebo di vecchia data) oppure poco ossidato (sebo appena prodotto). Consente inoltre di evidenziare una non corretta detersione, una pelle particolarmente asfittica e uno squilibrio metabolico. Grazie a questo dispositivo è anche possibile identificare le aree carenti di lipidi cutanei (pelle secca) distinguendole dalle aree disidratate.

Ottica 200X

Specifica per tricologia ad elevato potere di ingrandimento. Viene utilizzata per contatto sul cuoio capelluto e consente di osservare dal vivo il biotipo del cuoio capelluto ed eventuali alterazioni a livello dei follicoli piliferi o del fusto del capello. Grazie al suo elevato potere di ingrandimento ed alla sua estesa profondità di campo, l’ottica magnifica gli osti follicolari (zona in cui il follicolo comunica con l’esterno) rendendo apprezzabili eccessi di sebo (oleoso o ceroso), tappi sebacei o capelli miniaturizzati (sintomo di alterazioni di diversa gravità a livello del ciclo del capello). Ingrandisce la cute adiacente ai follicoli, rendendo visibili le scaglie di forfora (secca o grassa), le zone sensibili o quelle infiammate. Sul fusto del capello, si possono identificare facilmente i capelli sfibrati o danneggiati da trattamenti termici o chimici, i manicotti sebacei che avvolgono il capello e i capelli spezzati. Viene utilizzata infine nella ricerca dei parassiti come la pediculosi ed in particolare nella identificazione delle lendini.

Ottica 400X

Specifica per tricologia ad elevatissimo potere di ingrandimento.
Viene utilizzata per contatto per ingrandire il bulbo ed il capello. Può essere utilizzata come microscopio inserendo il capello nello speciale supporto plastico Tricoplast. Grazie al suo potentissimo fattore di ingrandimento è possibile ingrandire l’ostio follicolare ed il capello evidenziando anomalie microscopiche come le squame di cheratina rialzate, sintomo di capelli danneggiati e sfibrati. Utilizzata come un microscopio permette di eseguire il tricogramma. Questa metodica consente di esaminare e caratterizzare il bulbo nelle sue varie fasi vitali (anagen, catagen, telogen) e se vi è qualche tipo di miniaturizzazione o tappi sebacei. Questa indagine è molto utile nella determinazione delle più frequenti cause di caduta del capello o per discriminare le diverse alopecie.

Evolution

Sebo (Sebum)

Questo particolare sensore rileva per contatto il sebo presente sulla pelle, distinguendolo dagli altri liquidi che costituiscono il film idro-lipidico.
In pochi secondi visualizza la distribuzione spaziale del sebo e la sua quantità. La distribuzione spaziale consente di comprendere la morfologia delle ghiandole sebacee.
La misura della quantità, rappresentata in una scala qualitativa di valori, fornisce una chiara indicazione del loro funzionamento.
Il dispositivo è essenziale per conoscere a fondo l’attività delle ghiandole sebacee, osservare se si trovano in uno stato di iper o iposecrezione e la loro distribuzione. Grazie alla valutazione di questi parametri è possibile stabilire i corretti interventi di trattamento e mantenimento. Utilizzato regolarmente consente di prevenire alterazioni funzionali.

ot-4510-1000px

Profilometria cutanea  – Rughe (Wrinkle)

Grazie a questo sensore è possibile valutare la profilometria cutanea cioè la profondità delle rughe del soggetto in base alla sua età anagrafica. Il dispositivo visualizza in tempo reale tutti gli avvallamenti della cute nella zona inquadrata, riconosce le rughe più profonde e le riporta in una scala graduata. La scala esprimerà, tramite tre colori, se tale ruga è fisiologica (cioè se vi è corrispondenza fra età biologica ed età anagrafica), media (ruga moderatamente profonda) o grave (ruga molto profonda rispetto all’età del paziente).
Con questo sensore si analizza qualsiasi linea del viso e del decolletè stimandone l’andamento generale: requisito fondamentale per orientare il consiglio su trattamenti di prevenzione e mantenimento oppure di recupero e ridensificazione.

ot-4520-1000px

Fototipo (Phototype)

Questo dispositivo di misura consente di stabilire il fototipo del cliente sulla base della scala di classificazione di Fitzpatrick. Esso ingrandisce una porzione di cute per consentire all’operatore di individuare la posizione migliore per effettuare la misura. La misura avviene con un semplice click valutando il colore medio di tre distinti target, scelti automaticamente per evitare porzioni di pelle con presenza di discromie.
Il fototipo rilevato viene visualizzato insieme al fattore di protezione solare (SPF – Sun Protection Factor), distinguendo tra viso e corpo.
Il sensore fornisce il correttopiù indicato per il tipo di pelle rilevato, requisito fondamentale per preservare la cute dai danni solari.

ot-4530-1000px

Idratazione (Hydration)

l sensore consente di determinare il grado di idratazione della pelle.
La misurazione si riferisce al contenuto idrico dello strato corneo della cute e viene espressa in percentuale.
Ad ogni misurazione effettuata, il sistema fornisce sia la percentuale dell’ultima idratazione rilevata (spot), sia l’ idratazione media dell’area esaminata.
L’idratazione è un parametro importante da rilevare, in quanto indice dello stato di salute e benessere della cute.
Una buona idratazione, infatti, migliora il turn-over delle cellule e protegge la pelle da arrossamenti e invecchiamento.

ot-4540-1000px

Elasticità della pelle (Skin elasticity)

Questo sensore permette di determinare con precisione l’elasticità della cute. La misura, basata sul principio della suzione, viene rappresentata attraverso un grafico ed una serie di parametri numerici.
Il grafico rappresenta l’estensione e la successiva retrazione della cute, consentendo al sistema di rilevare automaticamente il grado di elasticità.
La misura viene espressa in percentuale e può essere effettuata in tutte le zone, soprattutto quelle di maggior lassità, come la linea mandibolare del volto o la parte interna delle braccia. La misura dell’elasticità è essenziale per rilevare precocemente il grado di invecchiamento della pelle e definire adeguati protocolli di trattamento elastinizzanti.

ot-4550-1000px

Densità capillare (Hair density)

Questa funzione permette di determinare la densità media dei capelli (espressa in numero di capelli per centimetro quadrato) di un’area specifica. Il sensore evidenzia un target nel quale si possono facilmente contare i capelli visibili. Una volta inserito il conteggio, il sistema ricava la corretta misura di densità in capelli per cmq. Il rapporto numerico è accompagnato da una scala qualitativa che identifica la densità in esame come normale, bassa o molto bassa. La misura della densità dei capelli, effettuata con regolarità, consente di identificare precocemente le possibili aree a rischio, il grado di gravità e la velocità di progressione del diradamento.

ot-4560-1000px

Calibro del capello (Caliber)

Questo dispositivo permette di misurare con precisione il diametro medio in micron di un capello e di stabilire se esso è fine, medio o grosso.
Il sensore è dotato di una pinza che ferma il capello permettendone l’analisi e la misura con un semplice click.
Facendo scorrere il capello nell’alloggiamento della pinza, è possibile apprezzare eventuali zone sfibrate, di rottura o squame di cheratina aperte.

ot-4570-1000px

Scarica la brochure

MICROCAMERA® BASIC